La nostra esperienza acustica quotidiana

Ma cominciamo con la nostra esperienza quotidiana nel mondo dei suoni.  Un suono acuto, di norma, è prodotto da qualcosa di leggero. Se si trattasse di una voce sarebbe sicuramente quella di un bambino o di una donna.
Allo stesso modo suono piano è prodotto da qualcosa di piccolo. Anche gli oggetti grandi producono suoni piano, ma solo se sono lontani...
E' sicuramente forte una voce arrabbiata, come parla piano una voce calma e suadente.
Ne seguono associazioni comunemente condivise
Acuto - Piccolo,Giovane,Femminile vs. Grave - Grosso,Anziano,Maschile
Piano  - piccolo, lontano,calmo  vs. Forte - grosso, vicino, irato.

Sono associazioni a cui siamo abituati dalla nascita e che i musicisti hanno sempre sfruttato quando hanno cercato di descrivere la realtà che ci circonda
Pensate a Rimsky Korsakov e a Sheherazade. Il sultano furente non è forse interpretato dai tromboni, forti, gravi, a cui risponde la dolcezza della ragazza con un violino piano, acuto?
Lo stesso Prokofiev ha giocato più sui parametri che sui timbri la semantica del suo Pierino e il Lupo.
Il nonno brontolone e vecchio è un suono grave, cui si contrappongono gli archi medio acuti (giovani) di Pierino.  La leggerezza dell'uccellino è ottenuta con le note più acute del flauto, cui si contrappone la "cattiveria" del lupo (grave, forte).

il nonno

Ancora altezza

home